Prevenzione

Piano B /
Prevenzione

E.1 SCREENING GENERICI

E.1.1 CONTROLLO DELLE ALLERGIE E DELLE INTOLLERANZE ALIMENTARI

Intesa Sanpaolo RBM Salute invia direttamente al domicilio, su richiesta dell’Assicurato o di uno dei componenti del suo Nucleo Familiare, 1 volta ogni 2 anni, un kit per l’esecuzione di uno dei seguenti gruppi di test relativi alla eventuale presenza di A) Allergie o B) Intolleranze Alimentari.

A) Allergie: 

Questo protocollo consente una serie di test per identificare la sensibilità verso una o più sostanze allergiche:

  • Test IgE Totali; 
  • Test allergia all’epitelio e pelo del cane; 
  • Test allergia all’epitelio e pelo del gatto; 
  • Allergia ad acari, muffe e polveri. 

B) Intolleranze Alimentari: 

B.1) Intolleranza gruppo di alimenti 

Il test consente la verifica di intolleranze alimentari su un set predefinito di 32 alimenti, per identificare eventuali incompatibilità.

B.2) Intolleranza Lattosio 

Il test consente la verifica di intolleranza al Lattosio con un test specifico sul DNA effettuato a partire da un prelievo della saliva che consente la ricerca del gene responsabile dell’ipolattasia.

B.3) Intolleranza Glutine (Celiachia) 

Il test rileva la presenza, a seguito dell’assunzione di una o più farine, degli anticorpi responsabili dell’intolleranza e fornisce la possibilità di verificare la correttezza e la compatibilità della propria dieta.

In caso di esito positivo di questi esami, su prescrizione medica, è possibile eseguire uno Screening allergologico per inalanti e alimenti “prick test” (1 screening nel biennio). Questa prestazione è liquidata o rimborsata nell’ambito della garanzia Accertamenti Diagnostici (B.3/B.4) che viene pertanto specificamente estesa.

E.1.1.1 MASSIMALE

Il massimale previsto è illimitato.

E.1.1.2 REGIMI DI EROGAZIONE

Assistenza Diretta

E.1.1.3 FRANCHIGIE E SCOPERTI

Non previsti

E.1.2 RICERCA PRESENZA HELICOBACTER PYLOR

Il test consente la verifica della presenza del batterio con un test specifico sul DNA effettuato a partire da un prelievo della saliva, che consente la ricerca di un antigene specifico di Helicobacter Pylori.
La presente copertura garantisce 1 volta ogni 2 anni la copertura integrale dei costi per l’esecuzione da parte dell’Assicurato o di uno dei componenti del suo Nucleo Familiare del suddetto test.

E.1.2.1 MASSIMALE

Il massimale previsto è illimitato

E.1.2.2 REGIMI DI EROGAZIONE

Assistenza Diretta

E.1.2.3 FRANCHIGIE E SCOPERTI

Non previsti

E.1.3 PREVENZIONE HERPES ZOSTER

Intesa Sanpaolo RBM Salute paga, per l’Assicurato, o uno dei componenti del suo nucleo familiare, di più di 55 anni, le spese per immunizzarsi dall’herpes zoster.

E.1.3.1 MASSIMALE

Il massimale previsto è illimitato.

E.1.3.2 REGIMI DI EROGAZIONE

Assistenza Diretta
Solo nei Centri Autorizzati del Network

E.1.3.3 FRANCHIGIE E SCOPERTI

Franchigia di 36,15 euro

 

 

Attenzione: per tutte le prestazioni di prevenzione di seguito previste (E. Prevenzione) non è richiesta la presentazione di prescrizioni mediche, con eccezione per le garanzie previste al § E.6.

Per tutte le prestazioni da effettuarsi attraverso l’utilizzo di Strutture Sanitarie e Medici/Professionisti convenzionati con il Network, è necessario richiedere l’autorizzazione esclusivamente attraverso l’area riservata.

Qualora il centro convenzionato autorizzato per lo svolgimento dei pacchetti di prevenzione si trovi ad una distanza dalla residenza del Titolare caponucleo o dalla sede dell’Azienda presso cui ha eletto domicilio nel caso di lavoratore transfrontaliero superiore a 30 km, l’Assicurato avrà diritto, previa richiesta di emissione del Voucher Salute® da parte della Centrale Operativa, ad effettuare il pacchetto in una qualsiasi altra struttura appartenente alla rete convenzionata che non abbia attivato la convezione dei pacchetti prevenzione con applicazione in ogni caso delle condizioni applicate dai centri autorizzati per l’esecuzione della prevenzione (ovvero copertura al 100%).
Tale agevolazione chilometrica non trova applicazione per chi è all’estero.

Relativamente ai protocolli Adulti in caso di utilizzo di strutture non convenzionate per ciascun pacchetto che prevede tale modalità di erogazione, gli importi fissati rappresentano un importo massimo erogabile agli adulti assicurati, quindi il massimale previsto per il fuori rete rappresenta la quota massima che un nucleo potrà ricevere per un determinato protocollo
sanitario in un’annualità assicurativa.

I massimali previsti per i Protocolli Adulti sono autonomi e separati rispetto a quelli previsti per il Protocollo Minori.

Nell’ambito del Protocollo Adulti i massimali sono condivisi tra tutti i componenti del Nucleo Familiare Maggiorenni, nell’ambito del Protocollo Minori i relativi massimali sono condivisi tra tutti i componenti minorenni del Nucleo Familiare.

  • Federmeccanica
  • Assistal
  • FIM CISL
  • FIOM CGIL
  • UILM Nazionale