Odontoiatria

Piano D /
Odontoiatria

D.2 VISITA ODONTOIATRICA E IGIENE ORALE

La Compagnia paga le spese per:

  • visita odontoiatrica e/o seduta di igiene orale (1 volta l’anno).

Se a causa della particolare condizione clinica o patologica dell’Assicurato il medico della struttura convenzionata, ritiene necessaria una seconda seduta di igiene orale nello stesso anno assicurativo, Intesa Sanpaolo RBM Salute, previa verifica dell’effettiva necessità, la autorizza e la liquida nei limiti previsti dalla presente garanzia.

Alla prima visita odontoiatrica e di igiene in assistenza diretta, è reso disponibile gratuitamente al nucleo familiare, su richiesta dell’Assicurato che già non lo abbia ricevuto, uno spazzolino Bluetooth con controllo automatizzato della regolarità di lavaggio, durata periodo di spazzolamento, monitoraggio denti non lavati, modalità multi-user, meccanismo di gaming/rewarding.

Rientrano in garanzia visite odontoiatriche e sedute di igiene orale anche non propedeutiche alle cure o alle terapie stesse, all’applicazione delle protesi e alle prestazioni ortodontiche.

D.2.1 MASSIMALE

Assistenza Diretta
Il massimale previsto è illimitato.

Regime rimborsuale/Utilizzo del Servizio Sanitario Nazionale
Il limite di spesa è di 800,00 euro anno/nucleo familiare, condiviso con la garanzia “D.1 Cure dentarie”.

D.2.2 REGIMI DI EROGAZIONE

  • Assistenza Diretta
  • Regime rimborsuale
  • Rimborso del Ticket per il tramite dell’utilizzo del Servizio Sanitario Nazionale

D.2.3 FRANCHIGIE/SCOPERTI/MASSIMO INDENNIZZABILE

Assistenza Diretta
Non previsti

Regime rimborsuale
Massimo 75,00 euro anno/persona

Utilizzo del Servizio Sanitario Nazionale
Rimborso del Ticket senza applicazione di franchigie o scoperti

 

Attenzione: relativamente alla presente garanzia (D. Odontoiatria), per tutte le prestazioni da effettuarsi attraverso l’utilizzo di Strutture Sanitarie e Medici/Professionisti convenzionati con il Network, è necessario richiedere l’autorizzazione esclusivamente attraverso l’area riservata.

Se tramite il portale si verifica che il centro convenzionato per le prestazioni dista dalla residenza del Titolare caponucleo o dalla sede dell’Azienda presso cui ha eletto domicilio nel caso di lavoratore transfrontaliero più di 30 km, l’Assicurato ha diritto di effettuare le
prestazioni in una qualsiasi struttura non convenzionata; in tal caso saranno comunque applicate le condizioni previste per i centri convenzionati. L’Assicurato dovrà allegare alla richiesta di rimborso il modulo disponibile in area riservata, che attesta la mancanza di strutture convenzionate e che deve avere data antecedente a quella della prestazione.
Tale agevolazione non vale per chi è all’estero.

  • Federmeccanica
  • Assistal
  • FIM CISL
  • FIOM CGIL
  • UILM Nazionale